venerdì 8 febbraio 2013

La Bignè fritta e ripiena di Carnevale




Post ad alto livello glicemico, chi è a dieta è meglio che vada altrove…
Se c’è una cosa che mi rilassa quando ho avuto una brutta giornata, sono nervosa  o semplicemente ho un po’ di tempo libero è preparare i dolci, se però sono arrabbiata è meglio che lascio perdere, tutto il mio malumore si riversa in ciò che preparo e le poche volte che un dolce non è stato gradito è sempre stato causato da questo! Non lo so se ci sia veramente una correlazione, ma a me succede sempre.
 Quest’anno avevo deciso di non voler friggere, odio sentirne l’odore, ma questi bignè dovevo proprio farli! La ricetta proviene dal mio maestro Leonardo Di Carlo, inutile dire che sia perfetta e precisa in ogni suo passaggio, adoro quest’uomo! Il procedimento col passo passo non l’ho inserito, è già presente qui, spendo infine due parole sulla differenza tra questi fritti e quelli al forno. Come si può notare dalla grammatura e dalle percentuali delle due ricette messe a confronto, in questa è presente più acqua, pochissimo burro e meno uova,  questo perché la consistenza finale dovrà essere un impasto più compatto che assorbirà pochissimo olio ed ora ecco la ricetta:


Ingredienti per 20-25 bignè:

125 g di acqua
25 g di burro
1 g di sale
100 g di farina 00 W150
125 g di uova intere

Per farcire
250 g di zabaione
Crema alla nocciola VIS





Il procedimento è identico a quelle al forno.
Questa è la consistenza dell’impasto, liscio e cremoso.



Stampare i bignè, o le bignè come le chiama il maestro, su un foglio di carta da forno con una bocchetta liscia n. 10, io ho preferito farli più grandi perché mi sono ispirata alle frittelle veneziane con la crema



Tagliare la carta e friggerli a 170°, dovranno essere belli dorati, se tutto è andato bene si gonfieranno, un consiglio che mi sento di dare è di prestare attenzione alla temperatura dell’olio, se è troppo caldo non assumeranno una forma a palla, ma diventeranno tutte bitorzolute





Disporle su carta assorbente e riporle 5’ in forno a 100° così perderanno il poco olio che hanno assorbito

Ed ora non resta che farcirle,  io ho utilizzato i miei ripieni preferiti, questa crema alle nocciole è veramente eccezionale!




Ora non resta che spolverizzarle leggermente e gustarle

VOTO 10

28 commenti:

  1. Mamma mia che bombe Dana!!! Ma devono essere strepitose!!! Bravissima :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il merito e' tutto del maestro io ho solo eseguito!

      Elimina
  2. Mamma mia che bontà, mi hai fatto venire voglia di assaggiarli!
    Passa da me c'è qualcosa per te! Un bacio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te le consiglio Molly, se non ti dispiace friggere ne vale davvero la pena!

      Elimina
  3. Con quel ripieno delizioso.. come restare indifferenti? Ombretta sarà felicissima e tu mi hai dato davvero un ottimo risveglio :D Grazie! Un bacione!

    RispondiElimina
  4. Piacere culinario allo stato puro...meraviglia delle meraviglie!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La mia bilancia ringraziera' a queste non so proprio resistere!

      Elimina
  5. Dana caspiterina mi fai capitolare !!!! E' vero sono le frittelle veneziane e che buone!!! Tu sei perfetta nelle tue esecuzioni!!!
    Ma lo sai che anche io non ho ancora fritto per il tuo stesso motivo però ora come ho detto sopra mi fai cambiare idea:)
    Grazie per le tue parole di tutto cuore sei stata gentilissima :) e ti inserisco presto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io le ho mangiate trovandole sempre deliziose, ci somigliano parecchio!Appena riesco passo da te e lascio il link sono contenta ti siano piaciute!

      Elimina
  6. Ho appena inviato un sms a mia madre ( oggi vado a pranzo da lei ) : " mamma, compra le frittelle di carnevale"..e ho detto tutto..
    p.s. è giusto che tu ti senta responsabile per l'eccesso di calorie che ingurgiterò a pranzo..:P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh eh e pensa che non ho voluto esagerare nelle creme!

      Elimina
  7. Mmmm!!! Come vorrei mangiarne una SUBITISSIMO!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Che bontà divina! ne è rimasto almeno uno di bignè?? buon weekend amica!

    RispondiElimina
  9. Wow! Che goduria l'interno!:P

    RispondiElimina
  10. sto sognando davanti alle foto voto 10 e lode!!!!!!!!!!!
    golosissimeeeeeeeeee!!!!!!!!!!!!
    baci
    Alice

    RispondiElimina
  11. Stragolose!!! Concordo in pieno, Di Carlo è un mito!
    Un bacio e buon fine settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Umilta' e grandezza in lui convivono!

      Elimina
  12. Eccoleeee :D le aspettavo! :) Buonissime, salvo anche queste ricetta, se riesco domani faccio sia quelle alla ricotta che queste, spero di avere il tempo! ;) Complimenti e un bacione, buon weekend :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io per quest'anno ho gia' dato in bocca al lupo per la tua frittura, se fai i bigne' l'unica difficolta' e' capire la giusta quantita' di uova, un bacio!

      Elimina
  13. strepitose ...non sapevo che si potessero anche friggere i bigne...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' lo stesso impasto delle zeppole fritte con una forma diversa alla fine!

      Elimina
  14. Dana sono stupende!!!!
    Peccato che tra me e loro c'è uno schermo altrimenti me le sarei mangiate una dietro l'altra!!
    Devo assolutamente provare a farle!!
    Un bacione e buon fine settimana
    Carmen

    RispondiElimina